riprendere fiato


21.1.15

Una  pausa dopo una salita,
una salita bella ripida e una vetta non raggiunta,
un ritorno alla base senza troppi esulti e tante domande
... ma ...
l'esperienza insegna che il vero arrivo è il percorso, dove si assapora il paesaggio, dove si respira aria buona e grazie ad un allenamento e tenacia, che richiedono costanza e impegno, si riacquistano le forze per riprovare di nuovo.


Toc Toc è qui ora ma non allo stesso punto di partenza, perchè ora c'è un bel pubblico che fa il tifo!
In questo percorso ce l'ha messa tutta, ha provato a bussare alle porte di molte persone attraverso la campagna di crowdfunding lanciata sul portale Verkami, ma purtroppo, non ha raggiunto il suo obiettivo!

Al termine della campagna ci siamo chieste:
Cosa facciamo adesso?
e voi ci avete domandato:
Non avremmo mai le nostre TOC TOC?



Le pause servono per riprendere fiato, per essere più lucidi nel nuovo percorso da affrontare, per percorrere strade diverse ricordandosi anche di quelle vecchie, capire le cose che non hanno funzionato senza troppi rammarichi, e semplicemente imparare a prendere coscienza ed essere consapevoli di quello che è stato.




TOC TOC è abituato a bussare alle porte e sa che, a volte, alcune le può trovare chiuse… quindi:
Che farà adesso Toc Toc?

… quello che sa fare bene! Continuare a bussare ad altre porte !



La strada a volte è in pendenza ma continueremo a camminare per cercare nuovi orizzonti ...


INFO
La newsletter di Toc Toc è attiva!
Potete iscrivervi per rimanere aggiornati a questo link. Invieremo una mail per informarvi di tutte le novità !

Vi aspettiamo! A presto!


2 commenti:

  1. mi dispiace che non abbia avuto l'esito che speravate! il momento è duro e la lucidità può senz'altro aiutarti ad aggiustare gli obbiettivi. un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Serena, è proprio quello che serve!. ;)

      Elimina